Il sistema di riscaldamento a battiscopa radiante è un'alternativa ai normali sistemi radianti che migliora la qualità del calore percepito e aumenta il risparmio energetico rispetto ai tradizionali sistemi a termosifoni e termoconvettori. Concettualmente è estremamente semplice: il sistema radiante (di dimensioni di circa 15 centimetri in altezza per 3 in larghezza) è posizionato lungo il perimetro delle stanze (in particolare lungo le pareti esterne) in sostituzione ai normali battiscopa. Il calore passa dal sistema e si distribuisce sulle pareti con duplice effetto: riscalda le superfici interne dei muri che a loro volta irradiano calore all'interno della stanza e tengono asciutti i muri dall'eventuale possibile presenza di umidità. Si forma quindi un perimetro di calore che avvolge integralmente la stanza.
Costruttivamente il sistema di riscaldamento è composto da due tubi in rame, la mandata contenete acqua calda ad una temperatura di circa 45/60° ed il ritorno contenente acqua fredda.
Connesse in modo meccanico, attorno alle tubazioni da rame ci sono delle lamelle realizzate solitamente in alluminio o in ottone antistatico. Lo spazio tra due lamelle è di qualche millimetro fino al centimetro. L'aria fredda che sale dal basso si riscalda in prossimità della "batteria dei tubi", diminuisce di densità, si solleva e fuoriesce dalla fessura posta nella parte alta del battiscopa, distribuendosi in maniera uniforme come calore avvolgente dal pavimento al soffitto.
Salendo l'aria calda riscalda la parete che a sua volta si trasforma in corpo radiante.
L'emissione di energia termica è dunque particolarmente bassa per unità di superficie, ma diventa elevata come valore assoluto in quanto prodotta da tutta la parete.
Il sistema ha un basso contenuto d'acqua (qualche decina di litri per una casa da 150 m2 circa), è definito quindi un sistema a bassa inerzia. Ciò significa che si porta in temperatura molto velocemente garantendo tempi di messa a regime dell'impianto molto veloci.
Possibilità di arredare a piacimento la stanza senza problemi di copertura delle pareti con quadri, o mobili Assenza di accumuli d'acqua necessari per il funzionamento.
La percezione del calore è così soddisfacente da permettere di regolare i termostati ambiente a temperature del 15% più basse con conseguente maggior risparmio energetico.
Maggiore omogeneità di riscaldamento, tipica del sistema radiante.
Possibilità di utilizzare gran parte delle pareti.
Mantiene le pareti prive di umidità evitando la formazione di muffe.
Alto livello estetico, i componenti del sistemi si confondono nella stanza. Di fatto non si nota la presenza degli elementi radianti, diversamente da impianto a fan coil o a radiatori.
Ideale per le ristrutturazioni in quanto non sono necessarie opere murarie, veloce da installare.
Sistema estremamente silenzioso, il moto dell'aria avviene naturalmente. L'assenza di ventilatori garantisce il minor rumore possibile.
L'effetto riscaldante del sistema radiante a battiscopa inizia a diminuire a partire dai 2 metri di altezza, annullandosi quasi completamente oltre i 5/6 metri. Ambienti anche molto alti come chiese, potranno essere riscaldati con un notevole risparmio di energia, si eviteranno inoltre gli eventuali danni alle strutture ed alle decorazioni causati dalle alte temperature che si accumulano in prossimità dei soffitti.
Disponibile in molti colori, permettendone l'abbinamento in qualunque stanza.
Questa tipologia impiantistica viene utilizzata in molti ambienti come nelle civili abitazioni, negli uffici, nelle chiese, ecc� in tutti quegli ambienti dove non è possibile o non si vuole intervenire con importanti opere murarie.
Il Decreto Legge n. 83/2012 �Decreto Crescita �dispone che per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio la detrazione IRPEF è fissata nella misura del 50% (anziché 36%) per una spesa massima complessiva di �96.000 (anziché �48.000).