Il sistema di riscaldamento / raffrescamento a pavimento / parete è un sistema impiantistico sempre più usato per riscaldare gli ambienti.
E' una tecnologia che permette di ottenere ottimi risultati dal punto di vista energetico, potendo funzionare con temperature basse 30/35°C. ed abbinandolo a fonti di calore a risparmio energetico come i pannelli solari, le pompe di calore, ecc..
Funziona principalmente con uno scambio termico per irraggiamento e non per convezione.
La regolazione autonoma della temperatura nei vari locali avviene mediante un collettore modulare, con valvole di regolazione per ogni singolo locale.
La parete radiante, attraversata da sottili tubicini a capillare �come le vene del corpo umano � trasporta il calore creando una barriera verso l’esterno ed un irraggiamento verso l’interno per ottenere un clima ideale.
Nelle ristrutturazioni edilizia di edifici antichi, permette una naturale omogeneizzazione della parete, eliminando l’umidità ed il suo risanamento.
Il pavimento o la parete radiante ha come maggior vantaggio quello della minima dispersione termica e di un riscaldamento costante ed uniforme su tutta la superficie dell'ambiente riscaldato.
L’utilizzo di basse temperature permette un risparmio del 30/40% sui costi di gestione.
Inoltre la bassa temperatura fa si che non si formino moti convettivi che danno luogo a nidi di polvere, a favore di tutte quelle persone che soffrono di allergie alle vie respiratorie
Questa tipologia impiantistica è usata nelle praticamente in ogni luogo in cui si ha la necessita di creare un cappotto avvolgente ed un confort piacevole, come nelle civili abitazioni, negli uffici, nei locali commerciali, ecc..
L’impianto a bassa temperatura permette l’utilizzo di ogni rivestimento, dalla ceramica, al marmo, al legno
Il Decreto Legge n. 83/2012 �Decreto Crescita �dispone che per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio la detrazione IRPEF è fissata nella misura del 50% (anziché 36%) per una spesa massima complessiva di �96.000 (anziché �48.000).